logo Dottor Pizzachiama dottorpizza
 

lievitazione impasto pizzaLa lievitazione è un processo attraverso il quale un impasto a base di farina ed acqua si sviluppa in volume per merito di un “agente lievitante” che provoca una reazione chimica che gli conferisce la tipica struttura alveolare la quale lo rende fragrante, morbido e facilmente commestibile. Esistono alcuni elementi fondamentali che determinano la buona riuscita del processo di lievitazione. Tra questi i lieviti, la temperatura e le tempistiche.
I lieviti, o agenti lievitanti, sono quelle sostanze che aggiunte ad un impasto a base di farina ed acqua attivano una reazione chimica che lo fa gonfiare. Un lievito può essere chimico o naturale. I più conosciuti per la preparazione di impasti per pane o pizza sono il lievito di birra ed il lievito madre.


Il lievito di birra è un tipo di fungo, il Saccharomyces cerevisiae, che viene utilizzato fin dall’antichità per la lievitazione di diversi alimenti proprio per la sua capacità di produrre gas attraverso la combustione di carboidrati. Questo organismo unicellulare, infatti, una volta agglomerato all’impasto e grazie alle condizioni favorevoli (umidità e temperature comprese tra i 20° ed i 30°), comincia a nutrirsi degli zuccheri della farina producendo così anidride carbonica ed etanolo, quei gas che determinano la lievitazione. Tale processo perdura fin quando i lieviti non finiscono la scorta di zuccheri e quindi, non avendo di che nutrirsi, comincino a morire. Per tal motivo è preferibile che l’impasto venga cotto prima che ciò avvenga perché altrimenti comincerebbe a sgonfiarsi compromettendo il risultato finale del prodotto. Il lievito di birra è reperibile sia fresco che disidratato. Nel primo caso si presenta solitamente in cubetti da 25 gr da conservare a basse temperature e da consumare tassativamente entro la data di scadenza (solitamente breve), mentre il secondo si presenta sotto forma di polvere e può essere conservato a temperatura ambiente per circa un anno.


Il lievito naturale, conosciuto anche come pasta madre, pasta acida o crescente è, alla stregua del lievito di birra, un lievito biologico realizzato attraverso un impasto di farina ed acqua insieme ad un complesso di lieviti e batteri lattici. L’utilizzo del lievito madre comporta una lievitazione più lenta per via dei batteri lattici, una maggiore crescita dell’impasto determinata dalla produzione di acidi organici, una maggiore acidità, una più lunga conservazione, una maglia alveolare più omogenea, una maggiore digeribilità e la distruzione dei fitati, quei composti contenuti nella farina che impediscono l’assorbimento di sostanze molto importanti per il nostro organismo tra cui ferro, zinco e calcio. Dati i suoi molteplici benefici, l’utilizzo del lievito madre risulta essere la scelta più adatta per chi vuole ottenere un prodotto finale eccellente. Questo è il motivo che spinge Dottor Pizza ad utilizzare per i suoi impasti solo il lievito madre, in modo tale da offrire ai propri clienti un prodotto leggero, gustoso, soffice, digeribile e ricco di nutrienti e sostanze che rendono i prodotti salutari e di ottima qualità.

bottone ordina online

Video

Stampa